Trentino Frutticolo Sostenibile

MENU
IL PROGETTO TERRITORIO SOSTENIBILITÀ EVENTI DOCUMENTI

Legacy

TRENTINO FRUTTICOLO SOSTENIBILE, pur assicurando il massimo impegno al fine di garantire la correttezza e la completezza delle informazioni fornite attraverso questo sito Web, non si assume alcuna responsabilità in ordine ad eventuali errori inesattezze ed omissioni.

Di conseguenza TRENTINO FRUTTICOLO SOSTENIBILE non si assume la responsabilità per danni di qualsiasi natura che possano eventualmente derivare dall’accesso al suddetto sito web e dall’utilizzo delle informazioni da esso fornite.

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza periodicità predefinita, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all’art. 1, c. III, L. 62/2001.

×

Privacy

Tutti i dati contenuti in questo sito sono trattati ai sensi dell'art.13 del D.Lgs. n° 196/2003 del Codice in materia di protezione dei dati personali.

A coloro che interagiscono con i servizi Web di TRENTINO FRUTTICOLO SOSTENIBILE, accessibili per via telematica a partire dall'indirizzo:

http://www.trentinofrutticolosostenibile.it

sono invitati a rispettare la legge sul trattamento dei dati.

TRENTINO FRUTTICOLO SOSTENIBILE precisa che tutti i dati dei professionisti sono solo per uso consultivo e SCF Strategic Corporate Facilities opererà nelle dovute sedi qualora se ne facesse uso illecito o non autorizzato.

×

Credits

Progetto Grafico Creazione Sito

ideazione grafica, progetto coordinato, editing foto, html, animazioni js, implementazioni php e ottimizzazione per motori di ricerca

MAURO MAZZETTO

www.mauromazzetto.it

×

Mission

TRENTINO FRUTTICOLO SOSTENIBILE

Mission Trentino Frutticolo Sostenibile

TRENTINO FRUTTICOLO SOSTENIBILE è un progetto promosso da APOT, CIF Trentino e FEM che come scopo ha quello di riassume e implementare i risultati ottenuti dalle numerose iniziative e progetti messi in atto nell’ottica della tutela dell’ambiente e del territorio, della salvaguardia della salute ma anche della necessaria ricaduta economica. frutto del lavoro coeso e organizzato di enti pubblici, associazioni di categoria, cooperative agricole e produttori.

Frutto del lavoro coeso e organizzato di enti pubblici, associazioni di categoria, cooperative agricole e produttori, nel 2016 tutti i passi che in questi decenni si sono fatti a favore della produzione sostenibile nell'ambito della frutticoltura Trentina, si sono riassunti nel "primo bilancio di sostenibilità del sistema frutticolo trentino" - presentato ala cittadinanza al Teatro Sociale di Trento il 17 gennaio 2017

Struttura

Il “Progetto Trentino Frutticolo Sostenibile” è guidato da un Comitato di Coordinamento, partecipato dai Consorzi soci, Melinda, La Trentina.

L’organigramma comprende un “Audit Interno”, gruppo esteso con la presenza di rappresentanti dei principali enti vicini al settore frutticolo, e un “Audit Esterno”, rivolto a tutti quei portatori di opinione come i Comitati per la Salute o le pubbliche amministrazioni.

No Reform in the Education Reform - Marco C. Pantelakis

Audit Interno

Lo scopo di questo gruppo è la condivisione del Progetto TFS, l’analisi dei fattori di rischio, delle aree di sensibilità e verifica del piano di attività e di comunicazione da mettere in atto in risposta all’obiettivo di fare chiarezza e informazione sul progresso delle azioni messe in atto sul fronte della sostenibilità.

L’Audit interno è composto dal Presidente e Direttore APOT, da due rappresentanti dei Consorzi associati, affiancati dal Coordinatore del Progetto (Agroter) e da una Società di Comunicazione (Soluzione Group srl), invitati a prenderne parte alcuni componenti del Sistema melicolo trentino, quali i direttori, responsabili comunicazione e qualità dei consorzi associati Apot, della Fondazione Edmund Mach, l’Ufficio Stampa della Federazione Trentina della Cooperazione, Trentino Marketing e Provincia Autonoma di Trento.

Audit Esterno

Finalità di questo gruppo, è di raccogliere e analizzare le sensibilità e le istanze provenienti dall’esterno circa i temi del progetto, utili ad impostare le future attività tecniche e/o di comunicazione e per prevedere trend o possibili aree critiche.

Sempre guidato dal Presidente e Direttore Apot, insieme ai consulenti di supporto, l’Audit Esterno coinvolge diverse figure di riferimento sul territorio che operano all’interno di enti, comitati e istituzioni, dalla direzione generale FEM e direttori di dipartimento ai rappresentanti PAT (APPA/APSS/Agricoltura/Scuola-Family), da tutte le Organizzazioni Sindacali ai rappresentanti Comitato Autonomie Locali (CAL) ai rappresentanti delle associazioni consumatori, dei comitati salute e altri opinion leader.

Piano di comunicazione proattiva

A oggi il Comitato di gestione ha definito e aggiornato le linee di intervento, secondo le più recenti novità disciplinari, circa le limitazioni dell’uso di principi attivi, i programmi di confusione sessuale e relativi controlli, i programmi di controllo sul diserbo e sulle macchine e atomizzatori.

Per i mesi futuri sono già state impostate e messe in calendario una serie di iniziative finalizzate allo sviluppo del Progetto, in perfetta coerenza con gli obiettivi fissati.